Retribuzione di un pet sitter: quanto guadagna

Vuoi diventare un pet sitter? Fare il dog sitter o il cat sitter è lavoro ideale per chi ama gli animali e vuole lavorare in autonomia, in modo flessibile o da casa. Negli ultimi anni si sta sempre più diffondendo sia come nuova professione, sia come lavoro per studenti o come secondo lavoro. Il pet sitting è considerato tra le professioni del futuro visto il ruolo che gli animali hanno nella nostra società, ormai membri della famiglia. Non a caso, sempre più persone si stanno rivolgendo a questi servizi piuttosto che alla pensione per cani o pensione per gatti, percepita come distaccata nella cura dell’animale. Prima di lanciarsi nella professione, bisogna conoscere tutte le sfaccettature, le mansioni e soprattutto quanto guadagna.

Stipendio medio di un pet sitter

E’ difficile stabilire quanto guadagna un pet sitter mensilmente. Si tratta di un’attività imprenditoriale autonoma per cui dipende dal tempo che si dedica all’attività e dai periodi in cui la si svolge se festivi o vacanze estive. La retribuzione di un dog sitter e di un cat sitter può variare in base alla prestazione e il tipo di servizio offerto e alla stagione alta o bassa nel periodo delle vacanze. Di media, un dog sitter e un cat sitter può partire da uno stipendio minimo di 7 € all'ora, mentre lo stipendio massimo può superare i 18 € all'ora. La media è di 11 euro al giorno a domicilio del proprietario dell’animale o se il pet sitter ospita l’animale a casa propria. Per la passeggiata dei cani il guadagno è di circa 10 euro a passeggiata.

Che tipo di animale?

La retribuzione dipende anche dalla specie e dal tipo d’animale. Le tariffe spaziano dai 6 euro l’ora per la custodia di nuovi animali d’affezione come conigli, a una media di 11 euro per cani o gatti, mentre sale per gli animali più impegnativi come i cavalli: dai 15 euro l’ora, a oltre 100 euro al giorno. Il dog sitter può anche maggiorare il prezzo a seconda della taglia del cane, la razza se difficile da gestire e l’indole del cane se richiede un grande impegno e necessita fare molta attività fisica.

Prezzo in base alle regioni

Un altro fattore che incide sulla retribuzione è la regione in cui si svolge l’attività. Esiste una differenza di prezzi tra regioni nord/sud, città e campagna come anche tra periferia e centro di una grande metropoli come Roma o Milano.

Spese a carico del proprietario

Per il servizio a domicilio, c’è una spesa extra. Il proprietario del cane o del gatto è tenuto a rimborsare le spese per il tragitto effettuato dal sitter fino al domicilio dell’animale. Che siano biglietti dell’autobus, metro, treno o spese di benzina. Il proprietario deve prevedere il quantitativo di cibo necessario per l’animale e se il dog sitter è costretto ad acquistarlo, dovrà essere rimborsato così come nel caso di una visita imprevista dal veterinario.

TROVA & ENTRA IN CONTATTO GRATUITAMENTE CON I MIGLIORI PETSITTER DELLA TUA CITTA’

Puoi cercare e interfacciarti gratuitamente con le nostre famiglie ospitanti vicino casa tua in ogni momento e senza alcun impegno


E' il lavoro ideale per gli studenti che possono alternare le ore di studio a una passeggiata con il cane o come seconda professione per integrare lo stipendio. A meno che non si abbiano molti animali da gestire nell’arco della giornata che sia per visite giornaliere o una pensione casalinga, è difficile arrivare a una retribuzione cospicua. Tuttavia, se l’attività viene svolta a tempo pieno, è possibile guadagnare anche 900 euro al mese.

Questa professione permette di stare in contatto con gli animali e di fare esperienza con diverse specie di animali. Offre l’opportunità di conoscere i proprietari degli animali e potrebbe aprire nuove possibilità soprattutto se si è interessati a professioni quali educatore cinofilo o comportamentista.

Le garanzie Holivet assicurano al 100% il tuo animale in caso di incidente

👉Termini e condizioni della nostra copertura assicurativa Holivet