Guida alle pensioni per animali

Negli ultimi anni, sono in aumento le pensioni per cani. Strutture alle quali è possibile affidare a personale specializzato, il proprio animale domestico, cane, gatto, roditore o anche il cavallo, per un breve o un lungo periodo. Un trend che rispecchia il ruolo sempre più crescente degli animali nella nostra società.

Non tutte le pensioni sono uguali per questo è giusto chiedersi come si può scegliere quella più adatta per il proprio compagno a quattro zampe?

Pensione per animali: licenze e autorizzazioni

Una pensione per animali deve essere in possesso di tutte le autorizzazioni e le licenze per lo svolgimento dell'attività (Comune, Asl, servizio igienico del territorio di competenza, iscrizione alla Camera del Commercio). La documentazione è garanzia di serietà ed è in linea con le norme in vigore per il benessere e la tutela degli animali.

Sarebbe anche opportuno che i responsabili o il titolare della pensione abbiano competenze e attestati che certificano la conoscenza e la gestione degli animali presi in carico. Infine, la struttura deve essere coperta da una polizza assicurativa di responsabilità civile per danni a cose o terzi.

Cosa devi considerare

Una volta accertate le garanzie da un punto di vista amministrativo, è fondamentale che la pensione sia adatta al tuo animale. Questo significa che la struttura deve rispettare alcune caratteristiche.

La sicurezza

La struttura deve essere sicura. La questione è di primaria importanza: una semplice disattenzione potrebbe mettere a rischio il tuo animale. Per questo verifica in maniera accurata tutti gli spazi, i box e le aree esterne, facendo attenzione a che siano ben recintati, a prova di fuga.

Fai delle domande al personale, informati su quante persone si prendono cura degli animali e assicurati che il numero di dipendenti sia sufficiente per gestire situazioni con imprevisti e urgenze. Chiedi chiarimenti sulla procedura nel caso in cui se l’animale si fa male e che cosa accade se viene portato da un veterinario.

TROVA & ENTRA IN CONTATTO GRATUITAMENTE CON I MIGLIORI PETSITTER DELLA TUA CITTA’

Puoi cercare e interfacciarti gratuitamente con le nostre famiglie ospitanti vicino casa tua in ogni momento e senza alcun impegno


L’igiene e la pulizia del luogo

I box e le cucce devono essere puliti e ben aerati. L’acqua deve essere cambiata giornalmente. Osserva la pulizia e l'ordine generale anche degli spazi all’aperto; controlla come vengono gestite le deiezione dei cani o se le lettiere dei gatti sono pulite quotidianamente. Ogni piccolo dettaglio è importante come ad esempio la cura rivolta ai gatti o cani a pelo lungo che devono essere spazzolati in modo appropriato.

Il comfort

Il comfort è uno degli elementi da non sottovalutare soprattutto per quanto riguarda la cuccia. Il luogo in cui l’animale dorme o si riposa deve essere tranquillo, lontano dal trambusto o da zone di passaggio.

Certificazioni veterinarie

Le pensioni sono molto esigenti e richiedono che l’animale abbia tutti i vaccini aggiornati, che sia stato sverminato una settimana prima del suo ingresso e abbia il trattamento antiparassitario. Un'infestazione di pulci o di vermi è un rischio troppo elevato per tutti gli ospiti.

Alcune pensioni non accettano animali con malattie croniche o patologie gravi per le quali sono necessari trattamenti farmacologici impegnativi. Anche le femmine in calore non sono ammesse. In alternativa, puoi rivolgerti a una persona fidata che potrà prendersi al meglio cura del tuo animale, garantendogli tutte le attenzioni dovute.

Prenditi tutto il tempo per scegliere

Non soffermarti sulla prima pensione che hai consultato o visto in rete. Prendi del tempo per decidere, visita diverse strutture e informati con il personale. Osserva i dipendenti e come si relazionano agli animali. Controlla la pulizia e l’igiene, sia negli spazi interni che esterni. Se hai dei dubbi, non esitare a cambiare pensione: ne va della salute e del benessere del tuo animale.

Una volta individuata la struttura, incontra il referente che si prenderà cura del tuo animale al quale dovrai dare il maggior numero d'indicazioni che riguardano il tuo compagno peloso. Descrivi il suo carattere, le sue abitudini, se è giocherellone, quali sono gli alimenti che preferisce. Se il tuo animale ha una patologia specifica e necessita un trattamento, fornisci tutte le indicazioni in maniera dettagliata sulla posologia, il metodo di somministrazione e gli orari in cui deve prendere i medicinali; spiega i sintomi che potrebbero indicare un peggioramento della sua salute. Si tratta di informazioni preziose per il personale che potrà prevenire e gestire la situazione in maniera più serena.

La pensione non è il luogo adatto per un animale poco socievole. In alternativa, puoi considerate altre soluzioni come i i servizi di pet sitter a domicilio, a casa di una famiglia ospitante o visite a domicilio.

La pensione deve rilasciare un contratto di affidamento dell’animale domestico con tutte le condizioni del servizio. Un documento importante che devi custodire, utile in caso di controversie.

Organizzati in tempo per cercare una pensione soprattutto se ti devi assentare per un lungo periodo. Se parti in vacanza, cerca la pensione qualche settimana prima della tua partenza. In questo modo non dovrai decidere all'ultimo minuto e puoi confrontare le varie strutture, le offerte di servizio, le tariffe. Infine, chiedi al tuo veterinario o a conoscenti se ti possono suggerire delle pensioni o se ne hanno sentito parlare.

Costo della pensione per animali

Esistono pensioni per animali adatte ad ogni budget: dalla più semplice alle strutture di lusso. Di media, il costo è compreso tra i 10-20 euro al giorno. Alcune pensioni arrivano anche a 80 euro al giorno. Questo grande divario, dipende dai servizi aggiuntivi offerti ai clienti per la gestione dell’animale. Le pensioni di lusso garantiscono toelettatura, sistema di video sorveglianza nei box, piscina o palestra per gli animali.

Anche il luogo incide sul prezzo. Ad esempio, le tariffe sono più elevate in città o nelle grandi metropoli rispetto alla provincia o la campagna.

Per alcune specie, come per i cavalli, il prezzo raggiunge anche cifre importanti.

Il prezzo è decrescente se il soggiorno dell’animale è prolungato. Vi sono delle tariffe forfettarie, che possono spaziare tra i 200 e 450 euro al mese per un cane o per una pensione per gatti.

Le garanzie Holivet assicurano al 100% il tuo animale in caso di incidente

👉Termini e condizioni della nostra copertura assicurativa Holivet