Dog sitting: pensione per cani

Parti in vacanza o ti devi allontanare da casa per un imprevisto e non sai a chi lasciare il cane? Non ti preoccupare. Le pensioni per cani sono sempre più numerose e in molti casi sono la soluzione migliore per affidare il cane e partire in tutta serenità.

Perché scegliere una pensione per cani?

La pensione per cani è la struttura più adatta per chi non desidera o non può vuole avvalersi di un servizio di dog sitting a domicilio. Una soluzione da valutare nel caso in cui non hai trovato un amico disponibile a occuparsi del tuo cane o un pet sitter oppure perché semplicemente non vuoi lasciare le chiavi di casa a uno sconosciuto. In questi casi, la pensione per cani è la risposta giusta alle tue esigenze.

Al di là delle diverse opportunità offerte da servizi di dog sitting come il dog sitting a casa di una famiglia ospitante, una via di mezzo tra il dog sitter a domicilio e la pensione per cani, esistono diversi tipi di strutture alle quali affidarsi. Pensioni per cani adatte a ogni budget, dalla più semplice alla più lussuosa, create appositamente per ospitare i 4zampe. Ci sono tuttavia alcuni criteri da considerare nella scelta della pensione giusta per garantire il benessere del tuo cane a partire dal carattere del tuo compagno a 4zampe fino ai servizi e alle prestazioni offerte dalle strutture.

TROVA & ENTRA IN CONTATTO GRATUITAMENTE CON I MIGLIORI PETSITTER DELLA TUA CITTA’

Puoi cercare e interfacciarti gratuitamente con le nostre famiglie ospitanti vicino casa tua in ogni momento e senza alcun impegno

Le tariffe di una pensione per cani

Le tariffe di una pensione per cani dipendono dai servizi offerti dalla struttura e dalla durata del soggiorno. Di media, il costo giornaliero è compreso tra 15 e 30 euro oppure tra 150 e 450 euro al mese. Più lunga sarà la permanenza, minore sarà il costo medio giornaliero. Le pensioni di lusso arrivano anche a tariffe esclusive, tra 80 e 100 euro al giorno. Offrono tutti i comfort: dai box singoli, video camera di sorveglianza tramite la quale puoi vegliare a distanza sul tuo cane e collegarti con lui in qualsiasi momento del giorno.

Alcune strutture offrono anche diversi tipi di servizi che esulano dal dog sitting come il servizio toelettatura, intrattenimento nelle aree agility e per il gioco, piscina per attività fisica oppure palestre. Quando concordi il prezzo, chiedi sempre alla pensione per cani i servizi inclusi nella tariffa in modo da non pagare prestazioni extra non necessarie.

Cosa devi sapere prima di lasciare il cane in pensione

Lasciare il cane in pensione è una grande responsabilità. Devi valutare molti aspetti prima di decidere. Innanzitutto, considera il carattere del tuo cane, se è socievole o al contrario diffidente. La pensione non è adatta ai cani che non sono socievoli con altri simili. Potrebbe essere rischiosa per lui oppure mettere in pericolo gli altri cani ospitati dalla struttura e gli stessi dipendenti. In questi casi, potresti valutare delle alternative come il dog sitting a domicilio, in alcuni casi, il dog sitter resta anche di notte oppure puoi sempre rivolgerti a un amico o un parente.

Inoltre, devi considerare che il tuo cane deve essere aggiornato con tutte le vaccinazioni e le pensioni più serie richiedono anche che sia sverminato una settimana prima del suo ingresso. A differenza del dog sitting, non puoi improvvisare e lasciare il tuo cane in una pensione per cani all'ultimo momento. Al contempo, informati sul regolamento e chiedi se tutti i cani ospitati sono vaccinati. In caso contrario, meglio che cambiare struttura.

Come preparare il soggiorno

Vai a visitare la pensione con il tuo cane perché familiarizzi con il nuovo ambiente e prenda confidenza con il personale che si occuperà di lui. Prepara una borsa con tutte le sue cose: giochi, ciotole, un cuscino e un vestito con il tuo odore che lo tranquillizzerà i primi giorni dopo la tua partenza.

Ai dipendenti della pensione, parla del tuo cane, fornisci una descrizione del suo carattere. E’ importante che il personale sappia riconoscere il suo comportamento e il suo atteggiamento per prevenire qualsiasi situazione di tensione che si potrebbe creare. Ricordati di specificare se è malato e se segue un trattamento. Indica la posologia e il metodo di somministrazione del farmaco. Lascia il libretto sanitario del cane, i recapiti del veterinario che lo ha in cura e di una persona di fiducia con la quale la pensione può sempre mettersi in contatto in caso d’emergenza.

Se hai già le date fissate per la tua vacanza, inizia a cercare la pensione qualche settimana prima della tua partenza. In alta stagione, come nel periodo estivo, molte pensioni sono prese d'assalto e prenotate con gran anticipo. Rischi non trovare disponibilità. Organizzandoti in anticipo, eviti di stressarti all'ultimo minuto, avrai più tempo a disposizione per scegliere la struttura, valutarla e potrai partire anche più sereno.

Come scegliere una pensione per cani?

Chiedi dei suggerimenti al tuo veterinario che potrebbe consigliarti una pensione. Parla anche con i tuoi amici, conoscenti o con altri proprietari di cani che potrebbero indicarti alcune strutture. Non affidarti solo a quello che troverai in rete, confronta diversi pareri e fonti. Non tutte le pensioni si equivalgono e prima di soffermati su una struttura devi considerare molti aspetti.

Visita più volte la pensione che hai individuato, anche a diverse ore del giorno e osserva i dipendenti. Chiedi di vedere i cani ospitati, i loro box e le aree esterne riservate al gioco e allo sgambettamento. Verifica la sicurezza e il comfort: fai attenzione ad ogni aspetto e non sottovalutare la sicurezza della pensione, accertando che sia ben recintata e a prova di fuga.

Assicurati che vi sia la guardiania notturna e se il personale è capace di intervenire prontamente se si verifica un problema o un’emergenza veterinaria. Informati sul regolamento della pensione e sulla procedura che viene applicata se il cane scappa o ha bisogno di cure veterinarie. Quando vai a visitare la pensione, osserva i dipendenti e la loro interazione con gli animali. Valuta se c’è abbastanza personale per occuparsi di tutti i cani, se i box e le aree esterne sono puliti e ordinati.

Controlla il luogo dove dormirà il tuo cane, se è confortevole, aerato o ben riscaldato d’inverno. Fai delle domande sulle attività previste nell'arco del giorno: sezioni di gioco, gli orari e la durata delle passeggiate. Ogni piccolo dettaglio è importante. Non avere timori a chiarire ogni tuo dubbio: è per il bene del tuo peloso.

Chiedi di vedere gli attestati

Una pensione per cani deve essere in possesso di licenze e permessi per esercitare l’attività, in linea con le norme igienico sanitarie e quelle relative al benessere e la tutela degli animali di affezione. Tra queste: licenza comunale per l’apertura dell’attività, certificazione di idoneità della struttura rilasciata dalla Asl e dal servizio igienico, nonché l’iscrizione alla Camera del Commercio. Infine, accerta che la pensione abbia una polizza assicurativa di responsabilità civile per danni a cose o terzi. E’ anche consigliato assicurare il proprio animale.

L'assicurazione Holivet copre il tuo animale domestico al 100% in caso di incidente.

👉 Termini e condizioni della nostra copertura assicurativa Holivet