Dog sitting in famiglia

Non vuoi lasciare il tuo cane in pensione, né tanto meno vuoi affidarlo a una famiglia ospitante o a un dog sitter che viene a casa tua? In questo caso, potresti chiedere un contributo alla tua famiglia.

Perché chiedere aiuto a un famigliare?

Rivolgersi a un parente comporta numerosi vantaggi. Innanzitutto, significa lasciare le chiavi di casa tua a una persona che conosci e che senza molti problemi, potrà trasferirsi da te per occuparsi del tuo cane che non si sentirà spaesato, cambiando ambiente. Anche se gli mancherai, in compagnia di una persona che già conosce, soffrirà meno stress. L'aiuto di un famigliare è inoltre un notevole risparmio se confrontato ai costi di una pensione per cani o di un servizio dog sitting. Nella maggior parte dei casi, un famigliare non chiederà un compenso, per questo è l’ideale per chi non ha molte disponibilità economiche.

Non dubitare a chiedere aiuto a un conoscente di cui hai piena fiducia. L’obiettivo è sempre quello di garantire il benessere del tuo cane e soprattutto la tua serenità quando non ci sarai.

Cosa devi prevedere

Una volta trovata la persona giusta, non ti resta che preparare la tua partenza e tutto l’occorrente per il tuo compagno a 4zampe. Nel caso di un dog sitting a domicilio, non dovrai pensare a molte cose. Il tuo cane resta nel suo ambiente e preserva le sue abitudini. L’unica cosa che deve prevedere è il quantitativo di crocchette per l’intera durata del tuo soggiorno. Se invece porti il cane a casa della tua famiglia, oltre alle crocchette, prepara una borsa con tutto l’occorrente: collare, guinzaglio, i suoi giochi, la cuccia e la ciotola. Se è malato e segue un trattamento, ricordarti di lasciare i suoi medicinali. Se è la prima volta che parti senza di lui, lasciagli un vestito con il tuo odore per tranquillizzarlo.

TROVA & ENTRA IN CONTATTO GRATUITAMENTE CON I MIGLIORI PETSITTER DELLA TUA CITTA’

Puoi cercare e interfacciarti gratuitamente con le nostre famiglie ospitanti vicino casa tua in ogni momento e senza alcun impegno


Precauzioni

Il modo migliore per partire spensierato, lasciando il tuo cane, è prendere ogni precauzione affinché tutto si svolga alla perfezione e senza problemi:

  • Descrivi i bisogni del tuo cane alla persona che se ne prenderà cura. Se è la prima volta che le affidi il tuo cane, parla del suo carattere e delle sue abitudini. Spiega se il cane è pauroso o al contrario spavaldo e socievole, se tende a scappare, quali sono i suoi giochi preferiti, se si relazione bene con altri animali o quanto tempo deve durare una passeggiata. Ogni dettaglio anche quello più insignificante è importante.

  • Informa la persona sul quantitativo di cibo giornaliero, la frequenza con la quale il cane mangia. Se segue un trattamento, lascia per scritto una descrizione dettagliata della posologia, gli orari e il metodo di somministrazione.

  • Evidenzia i sintomi di un aggravamento della malattia in modo che il dog sitter possa riconoscerli e intervenire prontamente. Per questo, ricordati anche di lasciare a portata di mano il libretto sanitario e il numero del veterinario che ha in cura il tuo cane. Al tuo ritorno, effettua una visita di controllo per assicurati che sta bene.

  • Fai attenzione al suo peso. E’ comune che i cani ingrassano o dimagriscono quando sono lontani dal padrone. Se lasci il tuo cane a casa del pet sitter, visita l'abitazione per controllare se è sicura e a prova di fuga, soprattutto se c’è un giardino.

Come preparare la partenza

E’ difficile separarsi dal proprio cane e affidarlo a una persona, soprattutto se è la prima volta che accade. Quello che devi sapere è che prima della partenza non lo devi stressare, preservando le stesse abitudini. Il cane non si deve accorgere di un cambiamento nel tuo comportamento, altrimenti potrebbe diventare sospettoso. Il cane percepisce lo stato emotivo del padrone, potrebbe sentire il tuo stress e diventare ansioso. Quindi, la prima cosa che devi assolutamente fare è non cambiare i tuoi comportamenti.

Nei giorni che precedono la tua partenza, non essere troppo affettuoso con lui quando torni a casa. Non cercare di compensare perché ti senti in colpa. Puoi alimentare senza volerlo, l’ansia da separazione nel cane; un problema che provoca dei comportamenti anomali nel cane anche quando sarai tornato. Se è ansioso di natura puoi pensare ad acquistare dei diffusori di ferormoni che hanno un effetto rilassante. Nei casi più estremi, se il cane soffre molto lo stress, chiedi suggerimenti al tuo veterinario che, dopo aver valutato la situazione, può prescrivere dei calmanti.

Quando sei in vacanza, chiedi notizie e aggiornamenti. Sarai anche tu più sereno. Al tuo ritorno, porta il cane a fare un controllo per accertati che stia bene e che non sia sia fatto male all'insaputa del pet sitter.

Le garanzie Holivet assicurano al 100% il tuo animale in caso di incidente

👉Termini e condizioni della nostra copertura assicurativa Holivet